Home Page La ConcarenaLa Regia di RadioValleGli studi di Tele BoarioLa Valle Camonica

DAL 1861 AL 1918
Pagina 6

Le sconfitte italiane a Custoza e a Lissa, pesarono comunque negativamente sul tavolo delle trattative e i plenipotenziari Italiani non ottennero, come pretendevano, le altre terre che avevano insistentemente chiesto: il Trentino Alto Adige e Trieste. Questo significava, per la Valle Camonica, essere ancora terra di confine e avere un potente (e bellicosamente astioso) nemico, non vinto direttamente (anzi !) e perciò grandemente smanioso di rivincita, presente nelle forti e munite postazioni sul Tonale e sulle cime dell'Adamello. Conclusa la guerra, ritiratesi le truppe austriache oltre il confine naturale del Tonale, quello stesso anno, poco a nord dell'abitato di Ponte di Legno, sulla strada militare divenuta "statale del Tonale", venne posto e reso operativo l'ufficio di dogana e istituito il "controllo confinario". La Valle Camonica ebbe, dopo il 1866, un periodo di relativa tranquillità in cui si misero in cantiere e furono eseguite numerose opere di carattere pubblico. La viabilità maggiore della valle, grandissimo problema da sempre (anche allora !), restava in pratica ancora quella tracciata dalle legioni dei Romani quando, dal 16 al 14 a.C. estendendo il loro dominio nelle vallate alpine, le collegarono tra loro con una moderna ed efficiente (per quei tempi) rete stradale. L'arteria di percorrenza principale era ancora l'antica via Valeriana che era stata progettata e realizzata seguendo, oltre agli interessi militari, l'orografia, le difficoltà e gli ostacoli naturali del terreno di quasi duemila anni prima ma specialmente dovendo tenere conto della impraticabilità del fondo valle dovuto alle vaste paludi che solo nel tardo medio evo erano state prosciugate. Numerosi erano dunque i tornanti, le strette curve e i dislivelli di quota nel tracciato che portavano, questa importante arteria, a non toccare numerosi centri divenuti nei secoli successivi importanti e nati nel fondo valle. Molti erano i centri abitati che erano sorti e avevano prosperato eclissando altri paesi che avevano poi perso d'importanza ma che erano ancora toccati dalla viabilità più importante e dal transito civile e commerciale più sostenuto.

Pagina 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7

 

I Comuni della Valle Camonica
Territorio e Ambiente: la valle, il lago ed i suoi monti ...
Itinerari montani, rifugi, escursioni, come e dove si fanno ?
Panorami: affacciati ad una finestra virtuale sulla valle, il lago ed l'alto sebino

La Via Crucis di Cerveno, una drammatica manifestazione che restiste nel tempo e nel cuore
Museo di Ossimo Ieri, oggetti che raccontano testimonianze ...
Museo preistorico, virtuale dell'arte rupestre camuna
Arkeopark per viaggiare nel tempo e rivivere la preistoria
I Galber: gruppo folkloristico culturale di Monno
Proverbi: sono la sapienza dell'uomo. ma non tutti sono lezioni di saviezza
Ricette Camune: la cucina verace della Valle Camonica