TRAFFICO intenso, molte prenotazioni, si scia ovunque...
Stando a quanto si è fino ad ora saputo tutte le località turistiche delle nostre vallate si preparano ad un Natale e ad una fine anno davvero come non si vedeva da anni. Già venerdì sera il traffico decisamente sostenuto su molte delle nostre principali arterie: la SS42 in Valle Camonica, la SS38 in Valtellina ma anche la provinciale 510 del Sebino e quella in Val Seriana, è stato l’avviso di una notevole affluenza di turisti attirati dalla ovunque coltre di neve che caratterizza tutte le ski aree e che ha invogliato gli affezionati a salire nelle nostre valli per il week end per poi, alcuni, fare ritorno a casa per il lunedì di Natale, per altri fare un lunghissimo ponte con i giorni di fine anno. Gli operatori, da Ponte di Legno, Borno, Montecampione, Aprica, Livigno, Valmalenco, Valgerola, Bormio, Santa Caterina Valfurva e Valdidentro sono in vera fibrillazione e tutti sono d’accordo che la neve e le piste aperte al completo sono un grande richiamo e questo sarebbe dimostrato anche della prenotazioni già giunte: quest’anno, in netta controtendenza rispetto agli ultimi Natali, si scia e ovunque le piste sono ben preparate. Come in altre località anche a Montecampione, sulle piste del comprensorio artognese è stato attivato un impianto di illuminazione per sciare in notturna. Tutto sarà inaugurato sabato 30 dicembre e, da quel giorno, le piste saranno aperte tutte le sere almeno fino all’Epifania: a Montecampione, l’illuminazione delle piste non era più stata attivata da 35 anni e, per la «prima» in notturna in programma per la vigilia di San Silvestro, saranno ospiti anche le sorelle Elena e Nadia Fanchini, le nostre campionesse di sci che proprio su quelle piste avevano, da piccolissime, inforcato gli sci.